Tarallini dolci al vino bianco e granella di zucchero

La ricetta di questi tarallini dolci al vino bianco  è di una nonnina pugliese.

Forse voi non sapete che da noi i taralli sono una questione di stato!

I taralli sono il nostro snack, il nostro spezza fame, il nostro aperitivo, da noi, paese che vai taralli che trovi!

Insomma siamo taralli dipendenti! E poco importa se sono dolci o salati! L’importante è che sono fragranti e fatti come tradizione insegna!

Abbiamo preparato questi taralli dolci al vino bianco a scuola di mio figlio per il progetto manuale natalizio ( giornata bellissima, progetto bellissimo) ed è stato amore a prima vista! Appena a casa ho replicato!

Tarallini dolci al vino bianco

Tarallini dolci al vino bianco

Premessa importante!

La pasta di questi taralli non è una frolla, deve essere lavorata e idratata sino ad ottenere un panetto compatto e omogeneo, asciutto, elastrico, simile all’impatto che si prepara per il pane o la pasta fatta in casa. L’errore che non dovete comettere è lavorare poco l’impasto e ottenere una consistenza non elastica!

L’impasto finale deve poter essere lavorato e deve arrotolarsi senza problemi, non deve rompersi, sfrangiarsi.

INGREDIENTI:

  • 1 kg di farina
  • 300g di olio evo
  • 120g di zucchero
  • un goccio d’acqua
  • olio bianco secco q.b.
  • Zucchero q.b.
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina

PROCEDIMENTO:

Formate un cratere, aggiungete lo zucchero, l’olio, l’acqua, il lecito, la vanillina e iniziate a lavorare l’impasto aggiungendo pian piano il vino bianco.

Impastate e aggingendo il vino sino a quando non sentite che la pasta è diventata elastica. Nel caso in cui nel formare un rotolino ( un serpente) vi accorgete che la pasta si rompe mentre arrotolate, ricompattate, aggiungete altro vino e continuare ad impastare.

Pasta Tarallini dolci al vino bianco

Pasta Tarallini dolci al vino bianco

Ottenuto un panetto ELASTICO  formate un serpente, tagliate a pezzi e create i tarallini.

Immergete i tarallini nello zucchero, disponete uno accanto all’altro e infornate! 180 per orca 20/25 minuti.

Sfornate quando sono dorati ma non troppo!

Attenzione! Creano dipendenza!

 

 

 

Lascia un commento