Pulizie casalinghe prima di Natale. Da dove iniziare?

Quante mamme stanno per cimentarsi nelle pulizie casalinghe prima di NATALE ?
In questi giorni, in molte case sono in fermento i preparativi per il Natale, negli armadi i cappotti hanno già preso il posto di magliette e pantaloncini. Le pulizie pre- Natale stanno per avere inizio, voi da dove inziate?
Avete un rituale a cui rimanete fedeli?

Come si può organizzare una settimana ( o qualche giorno) di pulizie casalinghe senza impazzire e senza affaticarsi troppo?

Sfaccendare purtroppo costa un pochino di fatica e bisogna avere un po’ di tempo e tanta voglia di fare a disposizione.

Quando si ha dalla propria parte, il tempo e il desiderio di sfaccendare in casa, riordinare, pulire, sterilizzare e disinfettare diventa anche divertente e gratificante.
Avete a mente quella strana sensazione di onnipotenza che ci prende quando a sera, sfinite dopo una giornata di pulizie, ci aggiriamo per la casa soddisfatte del lavoro svolto?

Quando  in casa ci sono bambini piccoli quel senso di beatitudine svanisce quasi subito, ma l’importante è assaporarla! O no?

11 cose che non dimentico di fare quando sono alle prese con le pulizie casalinghe:

1) Quando i bambini sono a scuola le mamme casalinghe hanno un po’ più di tempo da dedicare alla casa e alle faccende domestiche, è bene quindi organizzare il lavoro nelle ore mattutine.

Divido i lavori in trance, preparo la sera prima il pranzo per il giorno successivo, provvedo alla spesa in anticipo, non devono esserci distrazioni durante la mattinata.

2) Mi munisco di: spugnette non abrasive e incolori, almeno 1 nuovo panno per superfici , almeno 1 nuovo panno per pavimenti, detergente poco aggressivo. È risaputo che le spugne di tanto in tanto andrebbero rinnovate perché possono ospitare batteri e funghi.

Per pulire gli armadi e tutto il resto sarebbe meglio usarne di nuove e sterili.

3) Quando i bimbi erano più piccoli, i giochi che potevano essere portati alla bocca li lavavo in modo più accurato con prodotti igienizzanti e disinfettanti, proprio per eliminare tutti i germi e batteri presenti. Ancora oggi, sopratutto dopo i malanni di stagione, igienizzo i giochi più utilizzati con apposito disinfettante.

I peluche invece ( ne abbiamo pochissimi), una volta l’anno li lavo in lavatrice con il programma dei delicati, non uso detersivo ma solo un po’ di shampoo.

4) Per la pulizia dei termosifoni c’è un po’ da faticare ma tenerli puliti in previsione dell’inverno è indispensabile.

Con l’aspirapolvere cerco di rimuovere la polvere in eccesso usando il beccuccio, dopo, con una miscela di acqua bollente e detergente e con l’aiuto di unlavabottiglie lungo, lavo prima le pareti interne del termosifone e poi quelle esterne con una spugnetta. Per contenere l’acqua che cola posiziono sotto il termosifone dei panni per pavimenti asciutti.

5) ( Se associo cambio stagione completo) Una volta svuotati gli armadi e i cassetti dagli indumenti estivi, lavo bene gli interni con acqua e detergente poco schiumoso (ma disinfettante), asciugo con un panno di cotone. Ripongo in armadio un sacchetto di profumatore anti tarme e nei cassetti una saponetta o gessetto profumato.

Spesso profumo i gessetti con profumi delicati, che ci dono stati regalati, ma non abbiamo usato completamente, ottimo idea per riciclare materiale inutilizzato.

Appendo cappotti e giacche su grucce pulite. Uso buste di plastica pulite per indumenti per ricoprire i capi estivi che non saranno più utilizzati.

6) Per pulire le pareti più alte della stanza utilizzo un panno antistatico asciutto. In prossimità dei termosifoni, letti, comodini, lavo delicatamente con spugna non abrasiva e incolore, imbevuta di acqua e sapone, risciacquo con panno umido. Allo stesso modo rimuovo le macchie dalle pareti della cameretta dei bambini!

7) Lavo i filtri del condizionatore semplicemente con acqua tiepida, anche se non sarà più riacceso è bene lasciare il condizionatore pulito.

8) Cerco di igienizzare il materasso e i cuscini con il bicarbonato. Spolvero sul materasso il bicarbonato e lascio in posa qualche ora, con l’aspirapolvere pulita rimuovo il bicarbonato. Giro il materasso sul lato invernale, ovviamente cambio e lavo i copri materasso. Cambio la biancheria da letto sostituendola con lenzuola e coperte autunnali più pesanti.

9) Gli interni della cucina e il frigorifero sono un po’ la mia ossessione, di solito non aspetto le pulizie d’autunno per riordino e pulizia degli interni. Per detergere il frigorifero uso aceto di mele diluito in acqua calda, i ripiani li lavo sotto l’acqua corrente e per le guarnizioni ( spesso dimenticate da molti ) uso un cotton fiocc ( che non uso per le orecchie) imbevuto di battericida.

10) Rimuovo tutte le tendine, tende e copri divano e provvedo a lavarli in lavatrice. Aggiungo sempre qualche goccia di olio essenziale di tea tree al detersivo per profumare il bucato in modo naturale. Ovviamente le tapparelle vanno lavare. Di solito le spolvero con panno asciutto e poi lavoro con spugnetta e detergente.

11) Non dimenticate i lampadari che di solito vanno puliti per primi! È importante partire “dal lato giusto” e il “lato giusto è iniziare dall’alto! Se il letto è già stato pulito non sarebbe un peccato farci cadere sopra la polvere del lampadario?

12) E per la disinfezione degli oggetti dei bambini piccoli che ovviamente non avviene una o due volte l’anno?

Per il seggiolone del bambino, le tarantelle, i giochini vari che inevitabilmente vengono portati alla bocca nei primissimi anni di vita è consigliabile affidarsi a prodotti specifici che assicurano la massima disinfezione.

Allo stesso modo, di tanto in tanto igienizzo gli spazzolini da denti.

Buon lavoro mamme! Anzi… in bocca al lupo!

Post in collaborazione con Fattoremamma- media

Lascia un commento