Nonno è mio, poesia per un nonno speciale

Poesia per un nonno speciale. Dove sei nonno adesso?

Come vaghi nel blu del cielo infinito?

Cosa pensi, cosa vedi, cosa credi?

La senti la mia voce? Le vedi le mie lacrime? 

Come vivi adesso nonno?

Hai smesso di tossire? Hai cominciato a camminare?

Com’è il paradiso?

Chi ti fa compagnia nonno?

Chissà chi i stringe forte forte come facevo io?

Qualcuno ti dice: “Ti voglio bene nonno!”

Io chiedo ancora alla mamma: Perché?

Ancora ti cerco nei mie innocenti pensieri, ma i ricordi sbiadiscono, le parole si perdono e non riesco più a ricordare il suono  della tua voce.

Ma non ti dimentico nonno, non posso dimenticarti!

Mamma dice che tu sei nel mio cuore e sul mio cielo.

Eccomi nonno, sono qua, batti pure sul mio cuore e vegliamo dall’immenso cielo.

Non ti scordo nonno, io non ti scordo.

Nonno è mio.

Sabina B. Poesia inedita autobiografica.

Lascia un commento