Non è vero che si perde sempre.

Io, che non conosco il tuo dolore perché non ho le tue cicatrici.

Io, che parlo solo per sentito dire, mentre tu racconti perché l’hai vissuto.
Io, che provo ad immaginare, mentre tu lotti in prima linea.

Io, che forse non capirò mai perché solo chi soffre può sapere davvero. Sapere ciò che si prova, ciò che si sente. Sapere ciò che si vive.

Io, che penso di essere forte ma il leone sei solo tu.
Tu, bella come il sole con quel sorriso disarmante, che sbeffeggi il tuo schifoso male e lotti per la tua sacrosanta vita.

Io, che piango per il niente, le tue lacrime non asciugherò mai. Perché tu non piangi, tu non cadi, tu combatti!
Tu vuoi vivere mentre tanta gente vuole anche morire.

Tu non sputi in faccia alla vita, ma ne rubi essenza, ne rubi bellezza, le rubi i giorni, i mesi e gli anni e ne assapori il meraviglioso senso.

Tu, che hai paura ma non ti piangi addosso. Che vuoi scappare ma rimani e lotti.
Io che perdo tempo, tu, che ruberesti il mio.

Tu sei quella stella che non cade. Tu sei lacrima che non conosce pianto. Sei un sole che non tramonta. E splendi, radiosa, immensa.
Lotta piccola donna, lotta come tu sai fare. Lotta come solo tu puoi.
Combatti per i tuoi anni TROPPO acerbi per avere fine. Lotta per chi ti ama, troppo fragile per restare solo.

Raggiungi la tua vittoria.
Lotta anche per me. Me, che un giorno, se sarò al tuo posto, è da te che avrò imparato.

Non è vero che si perde sempre.

Fanculo cancro! Gridalo a gran voce e permettimi, ti prego, di gridare con TE!
FANCULO CANCRO!

La dedico a mio suocero, a una ragazza bellissima, a tutti coloro che lottano!
( Saby Brudaglio  ioconmiofiglio.it ©)

Lascia un commento