Naked cake sgonfia, bassa ma buona!

Come si ricicla una Naked cake sgonfia?

Vi è mai capitato di metterci anima e cuore nella preparazione di una torta e poi dover constatare a malincuore che qualcosa è andato storto e la torta in forno si è sgonfiata?

Di chi è la colpa? Della ricetta? Del forno? Delle uova? Della teglia? Della sfortuna? Boh!

nakedcake1

In questo caso non credo che l’incidente di percorso sia da imputare alla ricetta visto che al secondo tentativo la torta non si è sgonfiata ( vi racconterò come è andata in seguito).Ho trovato questa ricetta su Cakemania, l’ho  provata, l’ho sbagliata, l’ho rifatta ed ora posso confermare che lanaked cake è buonissima “gonfia” e anche “sgonfia”.

Torniamo a noi! Una torta che si sgonfia non la getti via, vero? La ricicli vero?! Puoi mangiarla a colazione, puoi farci un dolce al cucchiaio oppure una specie di mimosa speciale a cui nessuno può resistere.

Volete provare anche voi? Se provate questa torta avete davanti tre possibilità:

– Se si sgonfia procedete come vi spiegherò di seguito ( ma se siete attente non si sgonfia )

– Se non si sgonfia tagliate la naked cake in tre strati e farcite come suggerisce Cakemania!

– se non si sgonfia dividete la base in due e procedete come spiegherò di seguito, avrete due torte! Raddoppiate solo la quantità di crema, frutta e panna perché ovviamente dovrete farcire due torte!

nakedcake2

INGREDIENTI per la base:

  • 200g di farina
  • 200g di burro morbido
  • 3 uova medie a temperatura ambiente
  • 200g di zucchero
  • circa 8 g di lievito per dolci
  • un pizzico di sale

PER LA FARCIA:

  • crema pasticciera (ricetta)
  • circa 150g frutta sciroppata a pezzetti
  • panna da montare
  • mezzo bicchierino di crema di limoncello

PROCEDIMENTO:

Imburrate una teglia da 18 cm. e foderate il fondo con la carta da forno. Per una naked cake vera e propria dovete usare una tortiera non più grande di 13 cm. ne guadagnerete in altezza ma non in larghezza.

Adesso unite allo zucchero il burro e lavorate con le fruste o con la planetaria sino ad ottenere una crema omogenea. Aggiungete le uova una per volta, procedete con l’uovo successivo solo quando il presedente sarà ben assorbito.

Setacciate farina e lievito e pian piano unitelo all’impasto continuando a lavorare a bassa velocità.

Versate il tutto nella tortiera, livellate bene con una spatola e poi infornate in forno pre-riscaldato a 180°C per circa 50 minuti. Non aprite il forno prima del previsto altrimenti il risultato sarà quasi sicuramente: TORTA SGONFIA! Dopo prova stecchino sfornate e lasciate raffreddare.

Nel frattempo preparate la crema pasticciera.

Noterete subito che questa base non è un comune pan di spagna, la quantità di burro rende questo preparato quasi spugnoso, compatto, a metà tra una crostata e un classico pan di spagna. Provare per credere. Anche sgonfio è meritevole di lodi!

Adesso svuotate la base della torta come si svuota una ciabatta di pane, lasciate un bordo abbastanza spesso sia sul fondo che sui lati, non gettate via ciò che avete rimosso, sbriciolatelo tra le mani e tenetelo da parte.

Aggiungete alla crema mezzo bicchierino da liquore di crema di limoncello oppure crema di melone, oppure crema di mandarino, mescolate, unite la frutta sciroppata a pezzetti ( la trovate in tutti i supermercati, in sostituzione potete usare ananas sciroppata a pezzi) e riempite la base quasi sino al bordo.

Montate la panna, ricoprite la superficie della torta e poi spolverateci sopra la parte di torta che avete sbriciolato tra le mani.

Questa torta piacerò a tutti bambini compresi, ovviamente per loro niente liquore 🙂

  • Flavio Troia

    Le tue torte sono ottime. Bellissimo lavoro!

    • ioconmiofiglio

      Grazie!