Lettera a mio figlio per il suo primo giorno di scuola

Eccoci, tutto è pronto, inizia la scuola,  abbiamo preparato lo zaino, l’astuccio e il grembiule è ben stirato, si torna a scuola, il primo giorno di scuola è qui,  sei pronto?

L’estate è volata via, ci è sfuggita quasi dalle mani, tra cose fatte e cose rimandate, rieccoci a Settembre, adesso è tempo di impegnarsi, si fa sul serio.

Le tabelline le sappiamo vero? I verbi li abbiamo ripassati, sulla lettura mi hai “gabbata” ogni sera, hai 50 libri e non ti è mai venuta voglia di aprirne uno.

Lo so, la scuola non è la tua più grande passione, mi chiedo come sarebbe avere a casa un figliolo attento e quasi “sgobbone”, di sicuro il momento dei compiti non sarebbe una tragedia greca.  MA sai la verità? Io alla fine mi tengo te!

Mi tengo te, con i tuoi pregi e difetti, mi tengo te,  che riesci a fare un dramma anche per il niente e poi tieni duro e stringi i denti se tuo nonno muore e non torna più.

Tengo te, che mai nella tua vita hai fatto un capriccio ed ora da gentil uomo sopporti i capricci di tuo fratello.

Mi tengo te, che a volte confondi i verbi ma poi stendi tutto e tutti con quelle tabelline imparate alla perfezione.

Stai crescendo e troppo in fretta. Gli anni passano e tu rubi qualcosa al tempo, nemmeno lo sai che presto prenderai in mano la tua vita e ne farai ciò che vorrai.

Cosa voglio augurarti oggi? Cosa voglio augurati il tuo primo giorno di scuola?

Ti auguro di vivere la tua avventura al meglio, respira a pieni polmoni tutto senza lasciare nulla in dietro.

Impara bimbo mio, te lo ripeto sempre, ma tu a volte tappi le orecchie: Il mondo è di chi non si stanca mai di imparare!

Il mondo è tuo, devi solo volerlo, devi solo gettare le basi, adesso, ora, oggi.

Prendi, scopri, colora le tue emozioni, dai un nome a tutto e non lasciare nulla al caso, impara, non arrenderti, sii costante, caparbio. Migliorati se puoi, datti sempre una possibilità anche se davanti non ne vedrai nemmeno una. 

Io non voglio che tu sia perfetto, io voglio che tu sia  TU! Davanti a tutto, davanti a tutti, davanti alle difficoltà ricordato che vali tanto.

Lo diventi ingegnere se ci credi, se ti impegni, se avrai sempre fiducia in te stesso.

Ne hai fatta di strada per arrivare qui, a volte quella strada non è stata semplice, a volte ci è sembrata ingiusta, ho credevo che tutto sarebbe stato difficile per noi, ma tu hai recuperato, lavorato duro, hai messo te stesso davanti ad alcune prove e le hai superate  tutte!

Hai dovuto rincorrere le parole, parole che ti sfuggivano dalle mani, parole che non riuscivi a mettere in ordine, adesso tutto è tuo, tutto ti appartiene, niente più rincorse affannose, niente più prove, niente più test, dopo 5 anni di logopedia la sfida è superata!

LO vedi che vali tanto? Lo vedi che vali oro?

Prendi lo zaino, prendi i tuoi sogni, le tue certezze e la forza che nascondi sotto il viso da bimbo fragile, prendi il diario nuovo, i tuoi colori, le penne e vai a scuola.

Puoi amarla o puoi odiarla,  questo è ciò che oggi devi fare...devi andare.

Io cercherò di non sbraitare se un giorno non ti andrà di studiare ma tu prova comprendere che ciò che oggi ti sembra un peso domani sarà il tuo bagaglio, solo con quel bagaglio in spalla potrai andare davvero lontano.

Non sarà semplice, non sarà facile, non sarà sempre tutto comprensibile, ma sarà bello, sarà unico, sarà tuo!

IL primo giorno di scuola è qui!

Buon anno scolastico “seppioina bella”..comunque vada, sarà un successo!

Firmato:

La rompi scatole di mamma

Lascia un commento