Le mamme non hanno tempo e i figli non mangiano le verdure?

Una cucina che profuma di cibo è una cucina che profuma d’amore.

Anche Oscar Wilde in una sua celebre citazione, raffigura il cibo come elemento di unione: “A tavola perdonerei chiunque. Anche i miei parenti”. 
E aveva ragione…

A tavola, davanti al buon cibo perdoneremmo chiunque, anche i parenti più invadenti!
 Che siate piccole chef, mamme pasticcione o cuoche sopraffine non conta, ciò che conta davvero e saper rendere il momento dei pasti un momento felice e conviviale; pranzare o cenare con la propria famiglia non dovrebbe essere un atto dovuto ma un vero e proprio appuntamento a cui mamme e figli con marito a seguito non dovrebbero MAI rinunciare.

Diciamo che l’incontro con i sapori a tavola per noi pugliesi è qualcosa di sacro, a noi piace mangiare e ci piace mangiare bene, non perdiamo occasione per stare insieme e banchettare! Ecco, Oscar Wilde, se fosse stato un nostro parente, ci avrebbe sicuramente amato!

Però, non sempre tutto è facile e bello come sembra, sopratutto le mamme lavoratrici in qualche modo devono conciliare casa- famiglia- lavoro, il tempo non è proprio un grande alleato delle mamme e le cose si complicano notevolmente se si hanno figli un pochino esigenti.

Quando gli impegni, il lavoro o i capricci dei figli ci tolgono ore preziose della giornata ci ritroviamo a sera con un bel dilemma: “Cosa mangiamo?” E questo non è il solo problema!
 Preparare un piatto di pasta in bianco o mettere in forno una pizza già pronta è alla portata di tutti, il vero problema della mamma è riuscire a preparare un pasto buono, bilanciato, che piaccia a grandi e piccini.

Chi ha bimbi piccoli e poco appetenti, o figli grandicelli troppo esigenti, ha anche, come abbiamo accennato, qualche problemino in più; è proprio con loro che bisogna inventarsi piccoli stratagemmi affinché mangino le odiosissime verdure: loro scambierebbero volentieri i cavolfiori, i piselli e le melanzane con un bel piatto di patatine, ketchup e maionese ogni giorno.

Con il mio secondogenito (18 mesi) la battaglia verdure non ha mai avuto ragione di esistere, lui ama il cibo e ama tutto ciò che è colorato, adora sporcarsi le mani e la faccia mentre mangia ed io lo lascio fare, lui con il cibo si diverte, mangia con gusto frutta e verdura e ama scoprire le loro consistenze, mi sono resa conto che ha un legame con il cibo meraviglioso, innato, chissà che non mi diventi chef questo bambino! Più colori ci sono nel piatto più lui mangia.

Con il più grande invece le cose sono state sempre difficili, alcuni alimenti ha iniziato a mangiarli solo da un annetto a questa parte, prima erano tabù tutte quelle verdure e ortaggi che avevano un aspetto poco invitante. Con lui fatico ancora moltissimo! Per effetto simulazione (se mio fratello piccolo lo mangia forse la posso mangiare anche io) con qualche verdura siamo giunti a qualche compromesso, le mangia ma che siano ben nascoste e ben morbide. Come faccio a nascondere le verdure?

A casa nostra le verdure hanno imparato a giocare a nascondino, ecco alcuni esempi: con la zucca ci faccio un plumcake da mangiare a colazione, con i piselli preparo i muffin, con i cavolfiori monto una vellutata così gustosa che nessuno si accorge che si tratta di cavolfiori, con le melanzane ci faccio un fiore e con i peperoni e le barbabietole invento il ketchup non ketchup fatto in casa. Vi chiederete quanto tempo impiego per preparare questi piatti a misura di bambino?

Con alcuni meno tempo di quanto pensiate.
 Quando ho davvero i minuti contati mi affido alla verdura surgelata di buona qualità che può diventare una buona soluzione in quei giorni troppo pieni di impegni; lavare, montare, cucinare la verdure fresche necessita di un notevole impiego di tempo, tempo che non tutti i giorni è possibile avere a disposizione, con un prodotto già pronto in freezer il lavoro è dimezzato e il pranzo o la cena sono pronti in “men che non si dica”.

Usando le verdure Orogel  abbiamo inventato piatti super buoni, belli e alcuni sono stati preparati in pochissimo tempo. Nella sezione cucina troverete nei prossimi giorni tutte le ricette descritte in modo dettagliato con tante foto!

Con il progetto Nutilibrio, che ho amato sin da subito e accettato con entusiasmo, Orogel ha pensato di coinvolgere le famiglie mettendo a disposizione tantissimo materiale informativo, Nutrilibrio (che è un vero e proprio libro) spiega in maniera semplice e chiara le regole fondamentali della nutrizione: il corpo (sopratutto un corpicino in piena fase di crescita) per crescere e funzionare correttamente, ha bisogno di alimenti nutritivi vari, per questo motivo l’alimentazione quotidiana deve essere il più possibile equilibrata e il più possibile varia.

Tutti i nutrienti sono importanti per il nostro organismo perché ognuno svolge un ruolo diverso in esso, è impossibile poter fare a meno di qualcuno.

Con le ricette che in seguito descriverò, coinvolgendo il mio bambino, in cinque giorni abbiamo preparato 5 ricette, ogni giorno piatti di un colore diverso, ad ogni giorno abbiamo assegnato un colore, ad ogni colore un gruppo di verdure e ortaggi.

Perché non provare a giocare con i colori a tavola? Magari, coinvolgendo i bambini nelle preparazioni, strutturando con loro un planning settimanale tutto colorato, nascondendo qua e là qualche verdura poco gradita, potreste raggiungere pian piano qualche piccolo traguardo come è successo a me con il mio grandicello.

Ecco cosa abbiamo preparato!

Burger con patatine non fritte e Ketchup non ketchup vegetale.


Per il ketchup non ketchup: Scaldate per qualche minuto i peperoni rossi con un po’ di zenzero, olio e una foglia di basilico, aggiungeteli a due barbabietole rosse, condite con olio, sale, un goccio di aceto balsamico e frullate. Preparate le patatine non fritte: Inserite le patate in una pentola antiaderente con una noce di burro e salvia, cucinate in forno sino a quando non sono dorate. Burger di miglio: sbollentate 150g di Miglio, scolatelo bene, aggiungete le melanzane sminuzzate, il pan grattato, formate dei dischi e fate cucinare in forno.
Per questa ricetta abbiamo usato i peperoni rossi e le barbabietole che appartengono alle verdure del gruppo rosso, alimenti che contengono licopene e antociani.

Plumcake di zucca e pistacchi e sfogliatina di zucca, mozzarella e carciofi.


plumcake  zucca

Rivestite uno stampo con un doppio strato di pasta sfoglia. In una pentola lasciate cucinare la zucca e i carciofi Orogel con un po’ di olio, sale e scalogno, trasferite il tutto nella sfoglia, aggiungete mozzarella o burrata, spolverate con parmigiano grattugiato e infornate. (Per il plumcake di zucca vi rimando al blog di cucina dove troverete la ricetta completa e dettagliata).

Fiore di melanzana e ricotta su letto di burrata viola.

image

Tagliate e pezzi la melanzana, aggiungetela alla ricotta, unite un uovo, sale, pepe e con una forchetta amalgamate bene. Scaldate qualche minuto la melanzana Grigliata Orogel in un tegame antiaderente e poi rivestite uno stampino da muffin, riempite con la crema di ricotta e infornate per circa 15 minuti.
 Tagliate a dadini la barbabietola, unitela alla burrata e servite con il fiore di melanza.

Gnocchetti tricolore su crema di cavolfiore ai quattro formaggi.
 

image

Cucinate a vapore o in modo tradizionale il cavolfiore, aggiungete ai cavolfiori morbidi la crescenza, un cucchiaio di parmigiano, un cucchiaio di formaggio romano grattugiato e una noce di gorgonzola mascarpone, insaporite con un cucchiaino di aceto di mele e frullate, amalgamate con la pasta.
 La nostra è pasta tricolore dove abbiamo aggiunto alla farina: piselli frullati per il verde e peperoni rossi con barbabietola per il rosso.

Crostata green
 

image

Preparate una frolla con olio evo, farina integrale, parmigiano e uovo.
 Farcite la frolla con del formaggio cremoso a scelta, nel frattempo cucinate a vapore o in modo tradizionale, in una sola pentola, le verdure Orogel: i piselli, i fagiolini, le fave, la soia edamame
 (provatela è buonissima), quando sono morbidi e cotti condite e disponete a spicchi sulla crostata e infornate.

CONCORSO OROGEL

Proprio in questi giorni è in dirittura d’arrivo (il concorso termina il 4 Luglio) il concorso Nutrilibrio che mette in palio un bellissimo kit composto da: 
un libro ben organizzato dove sono annotate le regole fondamentali della nutrizione, ricco di tabelle illustrative e ricette di facile preparazione adatte anche per i più piccini.
Un quaderno ricettario dove poter scrivere le ricette.
Un planning settimanale dove annotare, programmare, scrivere tutto ciò che non dovrebbe essere dimenticato nel menù settimanale.
Grembiule per la mamma e Grembiule per bambino (qui mio figlio ha esultato come un matto!)

Bellissimi stickers vari!

Ringraziamo Orogel per la collaborazione.

Lascia un commento