Grazie maestra per aver amato mio figlio

Grazie maestra…quando le ho affidato mio figlio il mio primo pensiero è stato: speriamo sia la maestra giusta.
Ogni madre vuole il meglio per i propri figli e ogni madre sogna la maestra perfetta a misura del suo bambino.
La verità però è che la maestra ideale e a misura dei nostri desideri non esiste, le maestre sono esseri umani e gli esseri umani non si possono plasmare a seconda dei propri desideri.

Con lei, abbiamo percorso un piccolo viaggio, ma si sa, in tutti i viaggi, ci sono salite, discese, strade sferrare, curve da paura…
In questo viaggio, seppur breve e incompleto, abbiamo condiviso  anche qualche malumore e faccia triste; ci sono stati i rimproveri, le punizioni, gli ammonimenti severi, ma anche i bei voti, i traguardi importanti e quelle piccole grandi vittorie che hanno fatto mio figlio:  GRANDE.

 

Adesso, alla fine del suo viaggio scolastico, cosa posso dirle se non grazie!

Grazie maestra, per aver condiviso con noi la sua esperienza, il suo sapere, la sua professione, essere una maestra non è soloun mestiere, essere una maestra è una missione.

La ringraziamo per i bei voti che a casa abbiamo festeggiato con i sorrisi e tanta gioia e grazie anche per il brutto voto che prima non abbiamo accettato ma poi abbiamo capito…

Le mamme sono “esseri difficili”, le mamme sono particolari e una maestra lo sa benissimo, a volte spinte dal troppo amore e da un filo di presunzione non capiamo, difendiamo, non accettiamo, mettiamola così… siamo una piccola palla al piede.

Grazie Cara maestra, per averci insegnato che è dagli errori che si impara e che i sbagliare è umano, normale.

Grazie maestra, per aver danzato con i nostri bambini, per averli fatto sorridere, grazie per aver insegnato al mio bambino a credere nelle proprie capacità. Ancora grazie, per aver capito i suoi silenzi, grazie per avergli dato il tempo  e lo spazio di cui aveva bisogno per emergere, grazie per aver creduto nelle sue capacità, ogni bambino ne ha una e va coltivata.

La maestra deve anche ridere, deve guidare e a volte anche essere un po’ severa, grazie per aver fatto tutto questo.

Le sono grata per avermi ricordato che seguire un figlio nello studio è importante ma essere troppo esigenti è sbagliato.

Grazie maestra per aver percorso con noi questo pezzetto di vita.

Adesso può godersi la sua famiglia, i suoi nipoti, la sua meritata pensione.
Grazie di cuore, grazie davvero.

Saby