Giocattoli della nostra infanzia. Vintage nel cuore

GIOCO MAGICA MAGLIERIA DI bARBIE VINTAGE

I giocattoli fanno parte della nostra vita, tutti portiamo nel cuore i giochi che hanno accompagnato la nostra infanzia. I giocattoli della nostra infanzia sono ancora nel nostro cuore!

Un tempo i giochi venivano regalati con criterio! Se eri stato bravo, a Natale o al compleanno potevi ricevere il giocattolo tanto desiderato e c’era l’imbarazzo della scelta.

Ricordo che in Tv, tra un cartone e l’altro di BIM BUM BAM c’era la nostra amata pubblicità baby! Uno dopo l’atro vedevamo apparire sullo schermo l’oggetto dei nostri desideri! I centri commerciali non erano ancora in voga e i giocattoli li vedevamo solo tv, a volte la pubblicità dei giocattoli, sopratutto sotto Natale, ci interessava più dei cartoni!

Se eravamo fortunati il giocattolo del nostro cuore ci veniva impacchettato per Natale! -“L’ha portato Babbo Natale”- ci dicevano. Sì perché i giocattoli li portava sempre qualcun altro, mai mamma e papà! Magari arrivava la Befana, lo nascondeva nella lavatrice ( una volta mio padre ha nascosto i mie pattini nuovi super desiderati nella lavatrice) e tu dovevi cercarlo!

I giocattoli della nostra infanzia sono ancora nel nostro cuore come i giocattoli di oggi saranno nel cuore dei nostri figli.

Anche mia nonna ha nel cuore un giocattolo! Il suo giocattolo era bambolina di pezza fatta con un tovagliolo, ancora oggi in un minuto crea la sua bambolina per mio figlio e dice: “Questo era il mio gioco da bambina!” E sì, se un bambino non può avere un vero gioco alla fine se lo inventa, statene certe.

Ma oggi di giochi ne è pieno il mondo, esistono giochi per tutte le tasche, per tutti i bambini, di tutti i costi! Questo per certi versi è un bene se pensiamo alle famiglie che non possono permettersi giochi molto costosi.

Negli anni 80/90 i giochi avevano un certo costo e almeno in casa mia potevano arrivare solo una volta l’anno.

Ricordo che un gioco meraviglioso che porto ancorate cuore era la maglieria magica di Barbie. Ma ve la ricordate quanto era bella? Vi ricordate cosa scatenava in noi quando appariva in pubblicità? Chissà perché, tutte volevamo diventare magliaie! E poi era di Barbie! E Barbie era Barbie! ( Barbie è Barbie).

A dire il vero non ero un’aspirante magliaia! La macchina era munita di istruzioni dettagliate, si potevano creare davvero dei mini capi in maglia, ma io non ho creato mai nulla! Credo di aver sempre abbozzato qualcosa ma mai concluso niente!

Oggi quella magliaia vorrei riaverla tra le mani, magari un cappellino lo farei davvero! Vorrei proprio sapere perché non ho più la mia magica maglieria di Barbie!!! “Dov’è finita mamma!” LA RIVOGLIO!

Molte mamme ci hanno confermato che qualche maglieria magica di Barbie è ancora in commercio, è stata avvistata da Toys e in qualche Auchan! Qualche imitazione l’ho vista anche su Amazon, ma il fascino della maglieria di Barbie Original era ed è tutta un’altra cosa! Su eBay ne ho trovate tantissime! I costi? Dai 17 euro ai 60 euro!

pupazzo di neve creato con magica maglieria di Barbie

pupazzo di neve creato con magica maglieria di Barbie

Una mamma ci ha anche mandato due foto! Lei la Magica maglieria di Barbie la usa ancora! Guardate questo pupazzo di neve!

Un altro giocattolo che ancora porto nel cuore era Gira la Moda! Da magliaia a stilista il passo era breve 🙂 ( Vi prego, se avete questo gioco a casa ci mandate una foto?) Potete inviarcela tramite pagina Facebook Io con mio figlio o tramite email ( info @ ioconmiofiglio.it)

GIOCO GIRA LA MODA VINTAGE

giocattoli di ieri nel cuore, vintage

Bellissimo questo gioco! Disegnavi seguendo un modello, coloravi, ritagliavi e poi ricominciavi! Anche lui però, non mi è più dato sapere che fine abbia fatto!

Il gioco che mi affascinava, ma non ho mai avuto, era ila magico fornetto! Da magliaia a stilista, da stilista a pasticciera! Ma visto che, neppure troppo piano,la famiglia si allargava, i regali bisognava centellinarli. Dopo qualche anno, gli oggetti dei miei desideri rimanevano solo desideri, anche se ormai cresciuta, potevo ritenermi soddisfatta.

Adesso, riguardando in dietro, posso ritenermi fortunata! Mi spiace solo non poter avere ancora tra le mani i  giocattoli della mia infanzia, adesso vintage.

Quei giocattoli li abbiamo usati, maltrattati anche e poi anche gettati via. Magari li abbiamo riposti nel vecchio scatolone in soffitta o in cantina, poi la mamma, maniaca dell’ordine, li ha regalati o buttati via perché ammaccati o non più perfettamente funzionanti. Adesso da  grandi, ci riguardiamo in dietro e con un po’ di nostalgia rispolveriamo vecchi ricordi, torniamo bambini e vorremmo riavere il nostro gioco del cuore ancora con noi!

Lezione imparata?

Da oggi, conservò con cura i giochi a cui i miei figli sono più affezionati. Se non li distruggeranno li conserverò, magari anche loro, tra 30/ 40 anni, riguardandoli penseranno:”Che bella che era la mia infanzia”!

Si renderanno conto che i noi genitori abbiamo dato loro tutto quello che potevamo dare.

Ai nostri figli ( come a noi un tempo) tutto sembra superfluo, poco, mai abbastanza, nulla di speciale… ma un giorno capiranno che sono stati bambini fortunati, davvero molto fortunati! Adesso ce ne rendiamo conto anche noi!

 

 

Lascia un commento