Focaccia pugliese con patate

La focaccia pugliese con patate oltre che essere buona, soffice, gustosa è anche super famosa! E così vien fuori anche la rima!

Ma come si prepara la focaccia pugliese? Quali sono i segreti per renderla, soffice, gustosa, profumata? 

Su web ho visto una marea di ricette spacciate come originali, un pò, davanti ad alcune ho rabbrividito, molte sono bonariamente giuste, altre completamente da cancellare, la ricetta che oggi vi scrivo è una ricetta che da sempre utilizziamo per le nostre focacce, focacce che di estate mangiamo in campagna e d’inverno gustiamo a casa inebriati dal profumo di buono che si respira sin dal momento della preparazione, una vera e propria ricetta della nonna, se la seguite passo passo non sbaglierete!

E’ importante sottolineare che in Puglia esistono più varianti di focaccia pugliese; abbiamo la focaccia barese, più sottile, ricca di pomodori rossi, la focaccia di Altamura, una vera e propria prelibatezza che se passate da quelle parti vi consiglio di assaggiare, la focaccia pugliese con patate, è la focaccia delle nonne, quella morbida e soffice che, come dice sempre la nonnina, comincia a lievitare da quando la impasti con le mani calde.

Prendete carta e penna e annotatevi tutto, oggi proponiamo la ricetta pugliese con patate, provatela e fateci sapere.

INGREDIENTI:

  • 1kg di farina 0 oppure 700g di farina 00 +300g di farina di semola rimacinata
  • 1 cucchiaio di sale fino
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 panetto di lievito
  • pomodori rossi
  • circa 250g di patate bollite
  • acqua tiepida, circa 300/350g
  • 3 cucchiai di olio di oliva
  • aglio
  • origano

PREPARAZIONE:

Bollite le patate con la buccia in acqua e sale, quando sono morbide rimuovete dall’acqua e sbucciatele.

Sulla spianatoia di legno formate un cratere con la farina, all’interno del cratere aggiungete l’olio di oliva e il lievito sbriciolato. Intorno al cratere aggiungete la patata schiacciata con lo schiacciapatate, spolverate il cucchiaino di zucchero.

Nell’acqua tiepida aggiungete il sale, l’acqua va aggiunta all’impasto un pò per volta, potrebbe non essere utilizzata tutta, iniziate a impastare dall’interno ammorbidendo il lievito con le dita, piano piano unite tutti gli altri ingredienti, impastate sino a formare un panetto morbido, elastico, la pasta non deve attaccare alle dita ma non deve nemmeno essere troppo dura.

Adesso oleate le teglie, potrebbero bastare 2 teglie belle grandi.

Stendete con le mani la pasta aiutandovi con l’olio che avete usato per ungere le teglie, l’olio deve essere presente, se ne usate poco la focaccia sarà asciutta sul fondo, se però ne usate tanto la pasta sarà troppo imbevuta di olio, spero che dalla foto possiate quantificarne la dose giusta.

Condite con i pomodori rossi maturi, l’origano e come faceva sempre la nonna con un pò di aglio inserito qua e la nella pasta. L’aglio è opzionale, potete non aggiungerlo o usarne solo pochissimo. Spolverate un pò di sale, coprite con un canovaccio e fare riposare in luogo caldo, in inverno potete metterci sopra un pò di coperte così siete sicuri che la pasta rime ben al calduccio.

Fate lievitare non meno di 6 ore. Il profumo di pasta, pomodori e origano inebrierà la vostra casa. Se dimezzate la quantità di lievito aumentate i tempi di lievitazione ma la focaccia sarà più leggera e digeribile.

Ecco come deve diventare:

Adesso, per i più golosi arriva la versione più sfiziosa. Aggiungete mozzarella a fetta sulla superficie della focaccia e infornate.

Infornare a 190°C per circa 20/25 minuti, posizionate la teglia nel ripiano più basso del forno per poi spostarlo un gradino più alto negli ultimi 5 minuti di cottura.

Sfornate, tagliate, mangiate!

Buona focaccia a tutti!

Lascia un commento