Figli e sicurezza in rete, come navigare sicuri

Sicurezza in rete, quanto ne sappiamo? Quanto i genitori conoscono davvero il web?I minori
vanno tutelati, istruiti, protetti dalle numerose insidie che si possono nascondere dietro il pc.?

Ormai internet fa parte della nostra vita e della vita quotidiana dei nostri figli, nessuno può farne
più a meno, è ormai la linea diretta con il sapere, con il mondo, con ciò che è irraggiungibile.
“Come non lo sai?” “Cerca su internet” Con un click molte delle nostre domande conoscono la
risposta!

Ogni cosa va attentamente conosciuta e il più delle volte basta l’informazione, basta
prevenire, educare, semplicemente conoscere.

La guida “Figli e web Come farli navigare in sicurezza” nasce con l’intenzione di fornire al genitore una linea di consigli
teorici ma soprattutto pratici per gestire al meglio il binomio adolescente-rete.”

Quando la rete diventa pericolosa per i nostri ragazzi? Come riconoscerne i sintomi? Come
possiamo proteggerli?

“Un possibile uso patologico del sistema si evidenzia quando per i nostri figli adolescenti lo stare
collegati diventa un bisogno necessario, una specie di dipendenza. Il ragazzo sarà portato alla
costante ricerca di un contatto perenne con la rete, un oggetto disponibile sempre in qualunque
momento.
“Nei casi estremi c’è una vera e propria confusione tra la realtà virtuale e quella reale, per cui
l’adolescente può assumere la prima come se fosse reale fino a costruirsi una falsa identità nella
quale confondersi e rimanere intrappolato.”

Aiutare ed educare un figlio è un dovere e per farlo bisogna conoscere bene gli argomenti,
informarsi attentamente sulle possibili soluzioni da adottare affinché, problemi di cyberbullismo,
dipendenza dal web, uso distorto della rete, si possano definitamente superare.

“Molti genitori di oggi condividono con i figli adolescenti un senso di smarrimento.
In questo cyber spazio dove tutti navigano e molti lo fanno senza regole è necessario che la
famiglia e la scuola imparino e condividano i ragazzi strategie efficienti che permettano un uso
responsabile, curioso ed evolutivo della Rete”
La scuola può fare davvero molto per i nostri figli! Educare all’uso corretto del web sarebbe
davvero il primo passo verso l’uso consapevole del web.Sarebbe davvero impensabile ed ingiusto
vietarne categoricamente l’impiego, la rete se ben utilizzata diventa un prezioso strumento di
conoscenza alla portata di click!

Possiamo sin da subito iniziare ad educare i ragazzi partendo da semplicissime consigli.

INSTAURARE UN RAPPORTO DI FIDUCIA

“Mamme e papà vogliono il tuo bene, fidati di noi!” Instaurate con i figli un rapporto di fiducia,
parlate, non giudicateli, sosteneteli, se si fideranno di voi vi racconteranno ogni cosa è tutto sarà
più facile.

DIFFIDARE

Spiegate ai vostri figli che devono assolutamente diffidare e subito segnalare se ci sono persone
sconosciute che cercano di fissare un incontro o offrono gratuitamente qualcosa (ricariche
telefoniche, cellulari, ecc.. Diffidare da chi non si conosce e mai dare informazioni troppo perdonali
come il numero di telefono o indirizzo di casa a presunti amici conosciuti in rete.

DEFINIRE I CONFINI:

Insieme ai vostri ragazzi definite i confini! La vita reale sarà sempre quella che loro devono
preferire, coinvolgeteli in attività, ritagliatevi spazi da condividere insieme e che non siano
improntati sull’uso di un gioco virtuale! Un film, un libro, un gioco di società potrebbero diventare
una valida alternativa.

ATTENZIONE E BUON SENSO:

Sui social network tutto ciò che viene pubblicato, dalle foto ai video può rimanere sui server del
gestore. Quindi riflettere attentamente su cosa si decide di mettere in Rete perché tali
informazioni rimangono”.

Argomenti trattati, grazie alla concessione dell’autore, dal libro:
“ Figli e web – Come farli navigare in sicurezza”

AUTORE : Claudio De Lucchi con contributo di Chiara Porfirio ( psicologa dello sviluppo)

FORMATO: eBook e cartaceo

DISPONIBILE su Amazon formato ebook e cartaceo e nel solo formato ebook su Google Play,
Apple iBooks Store, Mondadori Store, Hoepli, ibs, eBooklife, Book Republic, omnia BUK, Streetlib
Store e 9 am.

Le rilevazioni statistiche più recenti evidenziano la crescente distanza che separa genitori e figli in
materia di Internet e dei rischi associati alla navigazione in Rete” sottolinea Claudio De Lucchi, “e
questa opera mira a ridurre tale distanza indicando in modo semplice le opportunità offerte dalla
tecnologia e i possibili percorsi educativi”.

La prima parte dell’opera si concentra su come impostare computer e telefonini per garantire una
navigazione ‘sicura’ ai figli e più in generale ai minorenni mentre la seconda parte del libro esamina
gli accorgimenti necessari per tutelare il minore nell’uso dei social network, in particolare di
Facebook, Google Plus e Twitter e come reagire alla diffusione di immagini o informazioni lesive
della sua privacy o ritenute inopportune

Lascia un commento