Dicono si chiami nonna

Tra le braccia di nonna braccia mi farò coccolare, dalla sua voce mi farò raccontare meravigliose fiabe e storie fantastiche.

Le sue storie saranno di tempi passati, di giorni lontani,  di anni vissuti senza internet e a stento c’era la radio, anni  in cui si scrivevano lettere su fogli di carta e non si usciva la sera, tempi dove nessuno aveva il telefonino e gli amori sbocciavano mentre le donne aspettavano l’amore vicino la porta di casa.

Da lei mi farò pettinare e da lei mi farò un pò viziare.
Mi prenderà in braccio commossa quando il mio primo pianto stravolgerà il suo cuore e ancora da lei mi farò cambiare il pannolino; lei lo farà con amore ed io pian piano la riconoscerò anche dal suo odore, lei odora di buono, lei profuma di torta e di biscotti, lei profuma d’amore.

Nonna è così bella anche con le rughe sul viso, lei è forte, lei è unica.

Da lei mi farò difendere se combinerò una marachella, tra le sue braccia troverò riparo se mi sentirò un pò solo.

Da lei mi farò comprare qualche “schifezza”. Io sarò un bambino e  ai bambini le “schifezze” piacciono tanto.

Con nonna farò i capricci e con lei ogni tanto ne vincerò qualcuno.

Anche lei saprà preparami le pappine, dicono conosca ogni sorta di trucco e trucchetto, più delle fate, più di un maghetto.

Io piangerò e lei ci sarà, io esulterò e lei ci sarà,  il primo grembiulino le strapperà una laveima, ascolterà la mia prima poesia e sorriderà, con me giocherà, con me parlerà, con me diverrà piccina…lei che è così grande!

Mi hanno detto che non tutti i bambini ne hanno una ma  io sono fortunato e presto conoscerò questa dolce donna.

Lei è mia nonna e con amore mi sta già aspettando!

 

Lascia un commento