Cosa sarai da grande?

Cosa sarai da grande?  Un sogno e un concorso.

IL SOGNO
C’era una volta un bambino, un bambino di 5 anni, aveva gli occhi color nocciola e capelli neri come l’ebano. C’era una volta un bambino che abitava in una casa piccola al secondo piano. Ogni giorno, prima di andare all’asilo, con lo zaino in spalla e il grembiulino bianco, passava dal primo piano, bussava alla grande porta, felice salutava suo nonno che lo aspettava seduto alla grande sedia, gli dava un bacio, arrossiva e poi scappava via.

C’era una volta un bambino che sognava di diventare grande e c’era una volta un nonno che oggi non c’è più, che un giorno disse a quel bambino: “ricordati di studiare, ricordati di diventate geometra, ricordati di aiutare papà”.

Oggi, c’è un bambino, con qualche anno in più, che ogni mattina scende quelle scale, va a scuola, si impegna come vuole, ma alla domanda: “Cosa vuoi diventare da grande? Risponde: L’ingegnere! Ma se poi mi stanco di studiare va bene anche il geometra”.

Ecco, non lo so se mio figlio stia sognando qualcosa che qualcuno ha sognato per lui e non so se davvero avrà costanza e perseveranza tale nello studio da riuscire a realizzare il suo desiderio, quello che però credo di sapere con certezza è che se oggi gli domandi “Cosa sogni?” lui arrossisce, si commuove, fiero e a testa alta risponde: “L’ingegnere!”.

I sogni dei bambini sono speciali! I sogni dei bambini hanno le ali, sono come aquiloni al vento liberi nel cielo; un genitore ogni tanto ci prova a tenere il filo, ci prova a comandare la rotta, ma la verità è che… chi comanda è il vento, chi comanda è il bambino e qualunque cosa ci sia alla base del sogno, va rispettata e va capita. “Ma perché non diventi cuoco?” – Gli diciamo – Lui ci pensa, scuote il capo, guarda il babbo e dice: “Non credo! Se faccio il cuoco come posso aiutare papà?”

cosafaraidagrande2

Ecco, il mio bambino è così e i suoi sogni sono semplici, come è semplice la sua anima bella.
E i vostri bimbi? Loro cosa sognano? Provate a chiedere loro: Ma tu, dimmi un po’, cosa vuoi diventare da grande?

Il CONCORSO
Se amate i concorsi, Nesquik ha pensato di dare spazio ai sogni dei vostri bambini.
“Quando sarò grande” è un’iniziativa di Nesquik nata per dare voce ai sogni dei nostri bambini. Le mamme e i papà che vogliono far partecipare i propri bambini al concorso “Da grande farò” non devono far altro che caricare sul sito della Nesquik un video che racconti cosa i propri piccoli vogliono diventare da grandi. A fine concorso, una giuria di qualità eleggerà il vincitore scegliendo il video più bello tra quelli caricati, il premio lo accompagnerà nel primo passo verso il suo sogno. Da sempre Nesquik è l’alleato di genitori e figli, così come è in grado di trasformare un semplice latte in qualcosa di speciale, allo stesso modo vuole nutrire le idee e ispirazioni dei bimbi di tutte le età.

Tutti i bambini hanno un sogno, che sia piccolo, grande o impossibile, ogni bimbo sogna!
Nesquik ne ha ascoltato già qualcuno ed ha realizzato un video.
INFORMAZIONI CONCORSO
Concorso a premi valido dal 22/08/2016 al 15/10/2016 giuria finale entro l’11/11/2016. Montepremi 1.000 euro cad (iva assolta). Regolamento completo su nesquik.it
In collaborazione con Nesquik

Lascia un commento