Coriandoli di pasta

Carnevale è alle porte e anche a tavola ci vuole un po’ di brio e fantasia!
Cosa preparate di buono in questi giorni allegri e gioiosi?

Quali sono le vostre tradizioni? Frittelle, chiacchiere, dolcettini a forma di mascherine, biscotti… Tutto è concesso a carnevale ma mi raccomando non solo dolci!

Questi coriandoli di pasta sono nati un po’ per caso, con mio figlio eravamo un pochettino stanchi di creare ravioli ( la ricetta la pubblicheremo più avanti) e così rotellina alla mano ecco i coriandoli all’uovo di carnevale!

Prima di procedere assicuratevi che in casa avete una macchina per tirare la pasta e una rotellina con lame zighettate.

I nostri coriandoli sono tutti gialli ma voi potete crearne di tutti i colori!
Come? Basta aggiungere all’impasto base gli spinaci, lo zafferano , la carota rossa… Con un po’ di lavoro in più avrete coriandoli tutti colorati!
Ma procediamo con ordine!

INGREDIENTI:
120g di semola rimacinata
1 uovo
Un pizzico di sale
Per la variante verde aggiungere circa 80/90g di spinaci.

PREPARAZIONE:
Unite alla farina l’uovo e il pizzico di sale, iniziare a impastare, quando la pasta è elastica e compatta e non si appiccica alle mani vuol dire che è pronta!
Se avete un’impastatrice fate prima!
Se volete coriandoli verdi dovete cucinare gli spinaci, non aggiungete acqua alla cottura, quando sono morbidi strizzateli accuratamente e frullateli o passateli al passaverdure. Unite il composto alla farina e uovo e lavorate la pasta.
Lasciate riposare la vostra pasta fresca per almeno 40/50 minuti prima di procedere con la stesura,
la pasta ne guadagnerà in elasticità e sarà più facile da stendere.

STESURA DELLA PASTA
Adesso si può procedere alla stesura della pasta. Potete utilizzare il matterello o la macchina ( con la macchina sarà più semplice e veloce).
Infarinate bene l’impasto prima di procedere per evitare che la pasta si appiccichi alla macchinetta.
Iniziate dal foro più largo, foro che deve sempre più assottigliarsi man mano che procedete con la stesura. Per i nostri coriandoli ci siamo fermati al n 4, lo spessore decidetelo voi, escluderei comunque una pasta eccessivamente spessa.
Ottenute strisce di pasta più o meno lunghe con la rotellina iniziate a creare i coriandoli!
Qui entrano in giochi i bambini! Si divertiranno un mondo a ritagliare coriandoli che poi mangeranno!
Potete anche lasciare seccare la pasta per 24 ore o cucinarla subito.
Anche due o tre giorni in frigo si conserva bene.
Cucinate in acqua bollente con un filo di olio di oliva e sale Q.b.

Condite con brodo di carne, passata di pomodoro, o sugo!