Come scegliere le uova, decifriamo il codice sul guscio

Le uova sono solo uova? Beh, se sono fresche, italiane e hanno sul guscio un codice di identità, è meglio!

Ammetto che non ne sapevo nulla, mi è capitato di vedere dei codici sulle uova acquistate ma non mi sono mai chiesta cosa fossero quei numerini in fila. Un giorno, mentre aprivo una confezione di uova m’accorsi che all’interno del cartone era spiegato in modo dettagliato il significato di quei numerini in codice. Ecco svelato l’arcano! Quei numeri formano un codice e quel codice è proprio il codice di identità dell’uovo.

Da dove proviene l’uovo che stò per mangiare? Da quale allevamento? E’ un uovo biologico? Proviene da allevamento a terra? Da allevamento all’aperto o da allevamento in gabbie?

E’ davvero importate scoprire che uovo stiamo per mettere nel tegamino?

Certo che è importante, forse molto importante, ma in molti non lo sanno.

L’uovo, per chi non soffre di intolleranze e allergie è un ingrediente molto utilizzato, l’uovo lo infili in quasi tutte le minestre… ci fai le torte con le uova, ci fai la frittata, ci fai le salse, ci imbastisci un secondo e magari anche qualche primo, se penso alla carbonara o al tiramisù, che prevede l’utilizzo di uova crude, come posso non considerare la qualità?

Acquistare delle buone e sane uova è davvero importante sopratutto se a mangiarle saranno anche i nostri bambini, molte volte capita di trovarsi di fronte a un uovo che appena aperto è quasi liquido, l’albume di attacca al guscio e il tuorlo ha uno strano colore… è un uovo fresco questo? Assolutamente no!

Da domani, dopo aver letto questo post analizzate i codici delle uova che state acquistando, fate due più due e scegliete il meglio.

E’ bene sapere che dal 2004 è obbligo che su tutti i gusci di uova di gallina prodotte nell’Unione europea ci sia marchiato un codice o etichetta che ne consente la rintracciabilità, grazie a questo codice di identità il consumatore può avere le informazioni su come è stata allevata la gallina che ha prodotto l’uovo acquistato.

Il primo numerino, partendo da sinistra in foto, che troviamo sul codice potrà essere un numero tra lo 0, l’1,il 2, il 3.

LO ZERO indica un allevamento biologico; la gallina è stata nutrita con mangime biologico ed è stata allevavate seguendo specilli standard ( es: , un massimo di dodici galline per metro quadrato al coperto)

IL NUMERO 1 indica un allevamento all’aperto; la gallina è stata allevata all’aperto in spazi di spazio di almeno 2,5 metri quadrati per gallina, nidi, trespoli, lettiere, un massimo di dodici galline per metro quadrato al coperto;

IL NUMERO 2 indica un allevamento a terra; la gallina viene allevata a terra ma in spazi chiusi senza la possibilità di  andare all’esterno…

IL NUMERO 3 indica un allevamento in gabbia; la gallina viene allevata in batteria, chiusa in gabbia, luce artificiale e taglio del becco per evitare il cannibalismo.

Subito dopo abbiamo il simbolo che identifica lo stato di produzione, es: IT = UOVO PRODOTTO IN iTALIA

A seguire abbiamo un codice, es. “045″= identifica il codice ISTAT del comune di produzione.

SI continua con la sillaba che identifica la provincia di produzione, es. BO= Bologna

L’ultimo codice numerico identifica il nome ed il luogo dell’allevamento in cui la gallina ha deposto l’uovo.

Sotto abbiamo la data di scadenza che sarebbe davvero importante rispettare, es: ENTRO: giorno/mese.

Inutile sottolineare che bisognerebbe almeno stare attenti allo stato di provenienza e al tipo di allevamento, è consigliabile che si consumino uova italiane, magari allevate non gabbia, le nostre aziende infatti dovrebbero ( moltissime lo fanno)  rispettare le leggi vigenti nel nostro paese ed essere soggette a controlli periodici di igiene e sicurezza del prodotto.

Da oggi di uova e codici ne sappiamo un pochino di più, adesso che sappiamo  decifrare quei codici sulle uova possiamo scegliere, toccano a noi scegliere! Scegliamo il meglio.

Lascia un commento