Cognome paterno o cognome materno? Possiamo scegliere?

Cognome del papà o cognome della mamma o di entrambi? Addio obbligo del cognome paterno: arriva la libertà di scelta!

Rieccomi ( Paola Albo, biografia) con un nuovo post dedicato alle leggi, normative o decreti dedicati alla famiglia. Oggi “parliamo” di nascituri e cognomi.

Usare il cognome della mamma dal passato ad oggiè sempre stato un evento inverosimile o solo uno pseudonimo per artisti e famiglie nobili! Ma le normative sono cambiate anche in relazione alla trasmissione del cognome materno verso i propri figli..

Partiamo da un presupposto: “dare il cognome della mamma è un Diritto!”

La nascita di un bebè è linzio di una nuova vita, l’inizio di una realtà fantastica e piena di emozioni, uno degli avvenimenti più entusiasmanti e stravolgenti per se stessi e per la coppia.

Si dice: “ un figlio cambia la tua vita” io aggiungerei “solo in meglio”!

E’ tutto vero mamme… ma anche con tante paure! Genitori non si nasce ma si diventa!

Durante la gravidanza si pensa: sarà maschietto o femminuccia?

Il sesso non fa la differenza ma poi come lo chiamiamo? Nome del nonno o della nonna? Certo non si vuol mai offendere nessuno… nome italiano o inglese? Scegliamo il nome di un attore famoso o di una scrittrice famosa? Si pensa, si scrive, si chiede! Quante domande ed anche quante risposte!.

Ma una cosa è SEMPRE certa ed automatica “il cognome è del papà” eppure anche questo dilemma rientrerà tra i vari interrogativi della gravidanza!

Il tempo passa, le generazioni cambiano e si modificano sempre più le nostre esigenze o le nostre manie di protagonismo, le tendenze … dipende un po’ dai punti di vista di ognuno di noi, siamo tutti diversi!

Care mie lettrici ma voi lo sapevate che la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha condannato l’Italia per violazione dei diritti Umani … perché?

Attribuire il cognome della Mamma è sempre stato è un Diritto!

LA LEGGE

Ebbene si! La Camera si ricorda con 239 si, 92 no e 69 astenuti procedeva all’approvazione del Testo Unico che introduce il doppio cognome nel nostro Ordinamento Italiano, certo le norme non sono immediatamente operative, ma se entrambi i genitori concordano si può richiedere l’aggiunta del cognome della mamma.

Tecnicamente nello specifico cosa si è previsto?

Alla nascita del proprio figlio si potrà procedere alla trasmissione del cognome del padre ( Francesco Rossi) o della madre (Francesco Bianchi ) o di entrambi ( Francesco Rossi Bianchi) sempre se mamma e papà sono concordi!

L’Accordo dei genitori è la carta vincente!

Dunque libertà di scelta per il proprio bebè … Ma se l’accordo non ci dovesse essere cosa succede?

Il figlio avrà il cognome di entrambi i genitori seguendo l’ordine alfabetico ( Francesco Bianchi Rossi)

Care mamme facciamo attenzione!

Non facciamoci prendere dall’ euforia, trovare sempre un accordo è essenziale anche per non complicarsi la vita, soprattutto per evitare situazioni di accavallamento di cognomi diversi tra fratelli e sorelle! Il tutto vale anche per i figli nati fuori dal matrimonio e regolarmente riconosciuti.

Riepilogando dunque a seguito della modifica dell’art. 89) del Decreto del Presidente della Repubblica nr. 396/2000, il comma 1) è stato rettificato e recita” chiunque vuole cambiare il nome o aggiungere al proprio un altro nome ovvero vuole cambiare il cognome, anche perché rivela l’origine naturale e aggiungere al proprio un altro cognome… deve farne domanda al prefetto ….”  Si ricorda che i richiedenti nell ’istanza devono esporre le ragioni a fondamento della propria richiesta. Infine rispondiamo anche ad un’altra domanda e curiosità di voi mamme!

In caso di riconoscimento tardivo da parte di uno dei genitori? In questo caso il cognome si aggiunge solo se vi è il consenso dell’altro genitore e dello stesso minore solo se quattordicenne …

Attendendo … addio obbligo del cognome paterno: arriva la libertà di scelta!

Si all’aggiunta del cognome materno se c’e’ accordo tra mamma e papà!

Buona riflessione!!