I buoni propositi 2017 delle mamme imperfette

È tempo di bilanci, di buoni e nuovi propositi, il nuovo anno è vicino, il 2017 sta già bussando alla nostra porta e dobbiamo lasciamolo entrare.

È il momento di mettere da parte ciò che stato, dobbiamo munirci di una nuova scatola e dobbiamo riempirla di cose nuove, nuovi propositi, nuove speranze.

Allora, come la riempiamo questa scatola? Quale buon proposito mettiamo dentro e cosa  lasciamo fuori?

Mettiamo subito in chiaro una cosa: se pensi di essere la mamma più rompi balle del mondo, ricordati che altre migliaia ( se non milioni) di madri in questo momento stanno pensando di essere delle rompi balle seriali come te. Quindi, se uno dei tuoi buoni propositi è uguale al mio, sappi che sei in buona compagnia.

Sì, quando sbraito, mi lamento, quanto stanca dico c’è non ce la faccio più, io vorrei essere una madre diversa, una madre perfetta, una madre che un giorno possa sentirsi dire: grazie mamma!  Insomma il mio buon proposito è rompere meno le balle.

Chissa perché poi… l’erba del vicino è sempre più verde! La mammma ( ipotetica) della porta accanto è impeccabile! Ride sempre. Partecipa a tutti gli incontri. Non dice mai no!  Non urla! Non si lamenta. È sempre ben curata.  Ha le mani sempre in ordine e la ceretta sempre fatta. Lei sforna i dolci, pizze e calzoni. Lei rammenta i calzini. Lei ha la casa sempre in ordine. Lei è perfetta. ( Io mamma imperfetta)

Se hai una vicina così, sei davvero sfortunata, perché una mamma così è un vero pugno nell’occhio. Non basterebbe una scatola di buoni propositi per diventare come lei, ma basterebbe una piccolissima scatola per dei piccoli e buoni propositi, propositi da mamma a mamma, da figlia a figlia, da amica ad amica, per diventare una buona madre.

Siamo mamme non robot in serie. Siamo diverse anche se sembriamo tutte uguali.

Nella scatola dei buoni propositi 2017 mettiamoci ciò che conta davvero, cosa davvero vorremmo proporci di fare, cambiare, realizzare.

Nella scatola dei buoni propositi 2017 mettiamoci ciò che è possibile e non ciò che è irragiungibile.

La madre che si ritiene perfetta ha una montagna di difetti, il vero problema è che non sa di essere imperfetta anche lei.

Morale della  favola?

L’erba del vicino è sempre più verde ma è nel nostro prato che vogliamo e dobbiamo rimanere. Smussiamo gli angoli, leggiamoci dentro, non chiudiamoci a riccio, siamo tutte un po’ sbagliate e tutte donne in balia delle emozioni.

Per il nuovo anno vi auguro di poter vivere la vostra vita di mamma serenamente, vi auguro di poter riaprire quella scatola e poi poter dire: ” è andata bene”.

Non sarà semplice, non sarà facile, non sarà una passeggiata, ma nessuna montagna viene scalata senza fatica. Siate libere. Libere di esssrre madri. Libere di cambiare ( in meglio) Libere di sentirvi madri. Con i vostri buoni propositi 2017 andate avanti!

Buon 2017!

Saby