Assomigli alla tua mamma

Assomigli alla tua mamma, ogni volta che punti i piedi, ogni volta che ti ribelli, ogni volta che ridi a squarciagola.

Assomigli a lei, a lei che piccola credeva d’esser grande, a lei che non voleva mai dare la  mano, a lei che che credeva d’esser  Forte.

Tu assomigli alla tua mamma, non hai i suoi occhi e nemmeno il suo sguardo, eppure ci ricordi tremendamente lei, quando parli, quando “ rompi”, quando fai mille paranoie perché il pigiama lo vuoi mettere da solo.

Sei com’era lei anche se lei non sei.

Tu somigli a lei anche se la tua mamma non assomiglia più a se stessa.

Tu crescerai, imparerai, sbaglierai, farai tutto e forse ogni volta il contratto di tutto, ciò che però non muterà nel tempo sarà il ricordo di un bimbo ribelle, vivace e pieno di stesso che assomigliava alla sua mamma, anche se mamma, adesso, non assomiglia a te.